TEST DI PATERNITÀ

Il test di paternità effettuato da Gentras attraverso l’analisi del DNA permette di verificare in maniera rapida, scientificamente accurata, totalmente anonima e rispettosa delle esigenze della vostra privacy l’effettiva paternità di un presunto figlio o figlia per stabilire se un uomo ne è il reale padre biologico.
La scelta di effettuare il test deve essere preceduta da un’attenta valutazione dei richiedenti sulle possibili implicazioni psicologiche e sociali che gli esiti del test stesso possono comportare. A tal proposito Gentras, è l’unico laboratorio specializzato a livello mondiale che fornisce, compreso nel prezzo, la possibilità di due colloqui di consulenza psicologica gratuiti forniti dal Servizio di Consultazione Psicologica dell’Associazione Zoom Servizi sul disagio psicosociale.
Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.consultazione-psicologica.it o inviare una mail a info@consultazione-psicologica.it.

Perché il test di paternità

Il DNA umano presenta delle regioni caratteristiche che lo rendono unico per ogni individuo (ad eccezione dei gemelli omozigoti). Con il test di paternità di Gentras effettuato attraverso l’analisi del DNA è possibile confrontare queste specifiche regioni del DNA in modo da identificare le relazioni di parentela esistenti tra due o più individui, e stabilire in maniera definitiva se un uomo è il reale padre biologico di un bambino o di una bambina. Il test di paternità può essere richiesto anche da una madre che vuole che sia riconosciuta la paternità del proprio figlio o figlia. Per effettuare il prelievo del DNA necessario per il test, è sufficiente strofinare un semplice tampone buccale (un cotton fioc sterile contenuto nel nostro kit) all’interno della guancia.

TEST DI PARENTELA

Grazie alla vasta esperienza sviluppata nel settore delle analisi genetiche, oltre al Test di Paternità, Gentras è in grado di offrire anche una vasta serie di test per determinare i legami di parentela.

Test di consanguineità maschile (fratelli, zio-nipote, nonno-nipote)
Questa analisi permette di accertare se due individui maschi sono figli dello stesso padre, oltre a poter stabilire più in generale rapporti di consanguineità fra individui maschi di una stessa famiglia. In questo tipo di test si impiega la genotipizzazione con STR del cromosoma Y, perché proprio il cromosoma Y umano, attraverso le informazioni contenute in certesue regioni , definisce il sesso maschile. Infatti il cromosoma Y viene ereditato e trasmesso da padre a figlio con modificazioni nulle o minime quindi, assumendo che non si verifichino mutazioni, tutti i maschi della stessa linea ereditaria avranno quasi lo stesso profilo genetico del cromosoma Y. Per l’esecuzione del test di “fratellanza biologica” NON è necessario il campione del padre.

Test di consanguineità femminile (sorelle, zia-nipote, nonna-nipote)
Il test di consanguinetà femminile permette di accertare se due individui di sesso femminile sono figlie della stessa madre oltre a poter stabilire, più in generale, la consanguineità nella discendenza familiare femminile. In questo tipo di test si impiega l’analisi del DNA mitocondriale. Il mitocondrio è un organello citoplasmatico della cellula preposto a produrre energia, che possiede l proprio DNA distinto da quello genomico del nucleo della cellula. Il DNA mitocondriale umano è ereditato per linea materna (passa sempre dalla madre a tutti i figli) ed il suo tasso di mutazione è da 10 a 100 volte superiore rispetto al tasso medio di mutazione nel DNA nucleare. Questo aumenta la probabilità che due individui NON consanguinei abbiano sequenze di DNA mitocondriale molto differenti.

COME USUFRUIRE DEL SERVIZIO

PRENOTA

Chiama GENTRAS al numero 0574 740027
o scrivi a segreteria@gentras.com

FAI IL TAMPONE

Prelievo buccale non invasivo.

RICEVI IL REFERTO

Ricevi il referto nelle modalità concordate al momento del test.

Test molecolari con strumentazione diagnostica Hospitex International

Test sierologico quantitativo con strumentazione Diemme

Autorizzazione e accreditamento dalla Regione Toscana

Autorizzazione del Comune di Prato P.G. 116255 del giugno 2021