Predisposizione Obesità

55,00

Il test valuta la predisposizione genetica all’obesità.
I portatori della variante sfavorevole hanno una probabilità più alta degli altri di arrivare a un BMI (Body Mass Index: indice di massa corporea ) maggiore della norma.
Essi devono quindi condurre uno stile di vita atto a controllare strettamente l’apporto calorico e a promuovere l’attività fisica.
Il  test è accompagnato dalla Consulenza Genetica. Gentras fornirà tutte le spiegazioni sul significato dell’analisi effettuata ed i risultati ottenuti.

 

A chi è rivolto il test?

  • Soggetti in sovrappeso che vogliono sopporsi ad una dieta ipocalorica. È utile per loro conoscere se possiedono la variante sfavorevole, non per crearsi un “alibi genetico” al mancato dimagrimento ma piuttosto come stimolo per impegnarsi in modo maggiormente consapevole per il raggiungimento dell’obiettico.
  • Figli di persone in sovrappeso.
  • Bambini per indirizzarli nel giusto programma alimentare e sportivo.
SKU: #3. Tags: , .

L’analisi genetica prevede l’interrogazione del seguente gene:

  • FTO (Fat gene)
    Cod. GTS007

Il punto del gene esaminato determina il rischio genetico di obesità. La variante di suscettibilità è associata alla tendenza di chi ne è portatore ad avere un BMI (Body Mass Index: Indice di Massa Corporea, calcolato dividendo il peso, in chilogrammi per il quadrato dell’altezza in metri) maggiore rispetto a chi non ne è portatore. In sostanza chi è portatore della variante sfavorevole ha una tendenza su base genetica ad aumentare la massa grassa, e a essere quindi esposto a tutti i rischi che si associano all’obesità.

Il BMI oltre il normopeso potrebbe non essere stato raggiunto dal portatore, perché ha efficacemente messo in atto comportamenti compensativi. In questo caso l’avere coscienza di questa predisposizione serve a perseverare, con anche maggiore determinazione, in questi comportamenti. Nel caso invece il BMI sia oltre il normopeso è importante che l’informazione della predisposizione genetica raggiunga il professionista che si occupa di lui per contrastarne gli effetti possibili.

La presenza della variante sfavorevole corrisponde in certi casi a situazioni nelle quali, pur con un apporto calorico basso e una moderata attività fisica si ha una notevole difficoltà a ridurre la massa grassa.

ISTRUZIONI

Ogni kit di prelievo comprende:

• N.2 tamponi cotonati sterili
• Scheda autorizzativa con il consenso informato e scheda paziente, da compilare e firmare.
• Istruzioni per l’uso.
• Busta preindirizzata per l’invio al laboratorio.
 
Si raccomanda di non bere e non mangiare per circa un’ora prima del prelievo.
 

Modalità di prelievo del test genetico:

1) Estrarre il primo  tampone dal contenitore.
2) Strofinarlo circa 20 volte sulla parte interna della guancia.
3) Riporre il primo tampone nel suo contenitore.
4) Con il secondo tampone  ripetere l’operazione nella parte interna della guancia controlaterale.
5) Riporre entrambe i tamponi  e la scheda autorizzativa con il consenso informato e
 debitamente compilato e firmato, nella busta pre-indirizzata per la spedizione al laboratorio.
 
Il test genetico deve essere svolto 1 sola volta poiché il DNA genomico NON cambia durante la vita del paziente.